STORIA

Dal 1996, l’appuntamento da non mancare con le balenottere e i delfini del Mediterraneo.

Il mar Mediterraneo ospita una delle più forti concentrazioni di delfini e balene al mondo. Per meglio conoscere e proteggere queste creature, ogni anno migliaia di marinai e diportisti, veri navigatori naturalisti, diventano ausiliari della scienza partecipando all’operazione Delphis. Il programma dell’operazione Delphis, giunta alla XVIII a edizione;  si propone ogni anno di realizzare una nuova “foto istantanea panoramica” della superficie del mare, partendo da un grande numero di punti d’osservazione simultanei, distribuiti lungo le coste italiane e di altri paesi del Mediterraneo. Ad ogni imbarcazione è affidata una zona di osservazione dal quale gli equipaggi potranno osservare, identificare e contare i Cetacei, le tartarughe marine, le Meduse e l’inquinamento visibile. L’insieme delle informazioni raccolte permette d’ottenere una valutazione dello stato dell’ambiente e della sua evoluzione nel corso degli anni.La partecipazione è aperta a ogni tipo di imbarcazione in regola con le dotazioni di sicurezza e dotate di apparato radio VHF, e GPS. L’iscrizione a Delphis è gratuita.

OBIETTIVI OPERAZIONE DELPHIS

  • Creare una festa del mare intorno questa manifestazione: è importante fondare l’azione ecologica sull’entusiasmo costruttivo di chi si sente coinvolto.
  • Realizzare una nuova grande foto panoramica istantanea del mare, posizionare in mare un grande numero di imbarcazioni distribuite nel Mediterraneo al fine di realizzare simultaneamente, dalle ore 12.00 alle ore 13.00, le osservazioni e le fotografie della superficie del mare e dei cetacei presenti.
  • Sensibilizzare i diportisti e il grande pubblico nazionale ed internazionale degli appassionati del mare, divulgando le regole di comportamento da tenere in presenza di cetacei e coinvolgendoli direttamente nell’azione ecologica.
  • Sensibilizzare le istituzioni ed i decisori politici, sull’importanza di proteggere questo nostro grande patrimonio comune di bellezza e di vita.
  • Promuovere le qualità ancora intatte del Mediterraneo, mettendo in evidenza il numero e le specie dei cetacei presenti, e valorizzare la presenza di questi animali al largo delle coste presso i media e il grande pubblico dei cittadini europei.
  • Formare nuova generazione di navigatori naturalisti responsabili della protezione del mare. Coinvolgere progressivamente alla giornata di festa e di azione ecologica, i marinai e i diportisti di tutti i paesi costieri del Mediterraneo
  • Promuovere lo spirito marinaro e il rispetto per il mare.
  • Sostenere la creazione di un’unica grande rete di aree marine protette che tuteli tutti i mammiferi marini in tutto il Mediterraneo.
  • Rafforzare la collaborazione per la difesa dell’ambiente creando nuove sinergie fra gli enti pubblici e privati, le associazioni per l’ambiente e i marinai, i diportisti e pescatori di tutto il Mediterraneo, per trasformare quest’area in uno grande spazio di tutela ambientale, di pace, cooperazione e prosperità, fondando ogni iniziativa per la tutela del mare, sull’entusiasmo costruttivo di chi si sente coinvolto e non sulla ricerca dei presunti colpevoli.

in progress …