IL PIACERE DI NAVIGARE, LA PASSIONE DI FOTOGRAFARE

1Sono aperte le iscrizioni al 1° WORKSHOP DI FOTOGRAFIA DEI CETACEI e tecniche per la foto-identificazione, organizzato dall’associazione Battibaleno.

Il work shop, inserito nel programma di monitoraggio cetacei dell’associazione Battibaleno, ha il triplice obiettivo di formare fotografi naturalisti, contribuire alla ricerca scientifica con immagini realizzate da professionisti, sostenere le spese del progetto.

Per informazioni e iscrizioni: info@battibaleno.it

“Fare rete per i Cetacei: dalla teoria alla pratica”

venezia cetacei sibmS0110018Workshop organizzato dal Gruppo Cetacei SIBM


ARCANGELI A., AISSI M., ARAGNO P., ATZORI F., AZZOLIN M., BACCETTI N., CAMPANA I., CASTELLI A., CERRI F., CINTI F., CROSTI R., DAVID L., DI MEGLIO N., FRAU F., LIPPI S., LUPERINI C., MAFFUCCI F., MARINI L., MOULINS A., PARABOSCHI M., PELLEGRINO G., RUVOLO A., TEPSICH P., TRINGALI M. – Cetacei, uccelli pelagici, tartarughe marine, traffico marittimo e rifiuti marini galleggianti: potenzialità di una raccolta dati sinottica multidisciplinare nella regione marina del Mediterraneo occidentale

FIORI C., ALESSI J. – Un esempio di rete multidisciplinare su scala mediterranea: progetto PROMETEOS. I cetacei come indicatori della biodiversità nell’ecosistema delle “montagne sottomarine”

MAZZARIOL S., CENTELLEGHE C., ANGELINI V., PARI S., RODIC P., JEREMIC J., FORTUNA C. – NETCET Project: a network for the conservation of cetaceans and sea turtles in the Adriatic Sea

LABACH H. – Interest and functioning of a French grouping of scientists to promote the collaboration of marine mammals’ researchers in the Mediterranean Sea

CINTI M.F., ATZORI F., FRAU F., CORRIAS S., LIPPI S., GHIANI R., DONATI S., ARCANGELI A. – Monitoraggio delle specie marine (cetacei, tartarughe marine) nel Canale di Sardegna attraverso una rete di aree marine protette

BALLARDINI M. – La rete sanitaria degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali (IIZZSS) per la sorveglianza diagnostica sui cetacei spiaggiati lungo le coste italiane

MARSILI L., COPPOLA D., BAINI M., GIANNETTI M., MACCANTI M., FOSSI M.C., CANCELLI F., MANCUSI C., SERENA F., VENTRELLA S., MAZZARIOL S.,TERRACCIANO G. – Fare rete per i cetacei in Toscana: stress tossicologico da organoclorurati in esemplari di Stenella coeruleoalba recuperati nel periodo gennaio-marzo 2013

ROSSI A., BENVEGNÙ E., MANFREDI P., DOREMUS G., GNONE G., SANTANGELO G. – L’informazione demografica contenuta nei dati di spiaggiamento: le tavole di mortalità di Tursiops truncatus nel periodo 1986-2011

ORSI RELINI L., RELINI G. – Note di biologia di Balaenoptera physalus (Linnaeus, 1758) nel Mediterraneo Centrale

BERTI A., BATTAGLIA P., MANCUSI C., PEDÀ C., TARGUSI M., VOLIANI A. – Dieta di stenella striata, S. coeruleoalba (Meyen, 1833) nell’Arcipelago Toscano

CAPELLO M., FOSSA F., BELLINGERI M., PESSANI D., GNONE G. – Indagine della struttura sociale attraverso l’analisi dei modelli di associazione in una popolazione mediterranea di tursiope

CARUSO F., SCIACCA V., BELLIA G., GIACOMA C., GRASSO R., INSERRA P., LA ROSA G., PAPALE E., PAVAN G., PULVIRENTI S., RICCOBENE G., ROCCA C., SCANDURA D., VIOLA S, DE DOMENICO E. – Osservatorii multidisciplinari in ambiente profondo per il monitoraggio acustico passivo dei cetacei

FAVARO L., PESSANI D., JANIK V.M. – Apprendimento vocale in un grampo (Grampus griseus) cresciuto in una comunità di tursiopi (Tursiops truncatus)

MARINI C., FOSSA F., BELLINGERI M., GNONE G., VASSALLO P. – Modellizzazione dell’habitat del tursiope nel Mar Ligure di Levante: tre diversi approcci

FANIZZA C., DIMATTEO S., POLLAZZON V., PRUNELLA V., CARLUCCI R. – An update of cetaceans occurrence in the Gulf of Taranto (Western-Central Mediterranean Sea)

LANFREDI C., AZZELLINO A., IACOPONI A., LICITRA G. – Valutazione del rischio di esposizione al rumore da traffico navale sui cetacei nel Santuario Pelagos

AZZOLIN M., GANNIER A., LAMMERS M.O., OSWALD J.N., PAPALE E., BUSCAINO G., BUFFA G., MAZZOLA S., GIACOMA C. – Lo studio dei parametri acustici dei fischi per discriminare gli odontoceti del Mediterraneo durante il monitoraggio acustico passivo: un esempio di networking internazionale


 

Presentazione dei risultati operazione Delphis 2012

 Comunicato Stampa – Informazioni per la stampa

Giovedi 6 ottobre 2012

Operazione Delphis 2012
Presentazione dei risultati

Appuntamento Sabato 13 ottobre, ore 14:30,  al Teatro del Mare del Salone Nautico Internazionale di Genova, per la presentazione dei risultati dell’operazione Delphis 2012 che si è svolta lo scorso luglio, con l’obiettivo di  realizzare una nuova grande “foto istantanea panoramica” della superficie del mare, partendo da un grande numero di punti d’osservazione simultanei, distribuiti lungo le coste italiane e di molti paesi del Mediterraneo.

A ogni imbarcazione è stata affidata una zona di osservazione dalla quale gli equipaggi hanno osservato, identificato e contato i Cetacei, le tartarughe marine, le Meduse e l’inquinamento visibile. L’insieme delle informazioni raccolte permette d’ottenere una valutazione dello stato dell’ambiente e della sua evoluzione nel corso degli anni.

I risultati saranno commentati da scienziati e biologi marini.

“La sedicesima edizione dell’operazione Delphis ha visto crescere ancora il numero degli iscritti” , -dichiara Alberto Marco Gattoni, Presidente dell’Associazione Battibaleno- ” sono sempre più numerosi i diportisti che si sentono responsabili, che vogliono rendersi utili e sono, come noi, alla ricerca di un rapporto più antico e profondo con il mare.”

Battibaleno ringrazia per il sostegno e la preziosa collaborazione: ABB, Costa Edutainment, C.S.N. Centro Servizi Nautici,  Delfini Metropolitani, Edinet, Ferfrigor, F.i.s.p.m.e.d., Lega Navale Italiana, Marina Genova Aeroporto, R.i.m.m.o., Sironi Batterie.


 

 

SALONE NAUTICO INTERNAZIONALE DI GENOVA PRESENTAZIONE RISULTATI DELPHIS 2011

INVITO-SALONE-2011_205


 Sabato 8 ottobre – Teatro del Mare del 51° Salone Nautico Internazionale di Genova

PRESENTAZIONE DEI RISULTATI

DELL’OPERAZIONE DELPHIS 2011

In Mediterraneo, le balenottere e i delfini trovano le condizioni ideali per vivere e riprodursi: la salvaguardia di queste meraviglose creature dipende molto dai nostri comportamenti e dalle nostre conoscenze.

L’operazione DELPHIS è la piu grande mobilitazione internazionale di marinai e diportisti per sensibilizzare, conoscere e proteggere le balene e i delfini del mar Mediterraneo. L’operazione Delphis inizia nell’estate del 1996 e da allora continua a riunire ogni anno grandi numeri di diportisti appassionati che partecipano in prima persona alla tutela del mare e della biodiversita’.

Per il terzo anno, la manifestazione si è estesa oltre i confini del “Santuario Internazionale per i cetacei”, grazie alla partecipazione attiva dei diportisti di Malta, Marocco, Algeria, Tunisia, Spagna, Croazia e Principato di Monaco. L’obiettivo comune è quello di promuovere le qualità degli ecosistemi ancora intatti del mare Mediterraneo, mettendo in evidenza il numero di balene e delfini presenti, e favorire, questa è la nostra speranza, il processo di trasformazione del bacino mediterraneo in uno spazio universalmente riconosciuto di pace, cooperazione e di rispetto del mare.

All’incontro organizzato dall’associazione Battibaleno al Salone internazionale della nautica, parteciperanno gli esponenti del mondo scientifico e istituzionale,  per rispondere alle vostre domande e cercare di fare il punto sullo stato dei cetacei e sulle azioni in atto per la loro protezione.

“Il Santuario internazionale per i cetacei, detto anche progetto Pelagos, nato dall’accordo fra i governi díItalia, Francia e Principato di Monaco per proteggere il mare e i suoi abitanti oltre le acque territoriali, é  sostenuto con entusiasmo e passione da molti cittadini, marinai e diportisti che constatano direttamente la forte concentrazione di cetacei e contribuiscono puntualmente alla raccolta di informazioni sulla presenza di di questi animali”. “Purtroppo quest’area è ancora senza regole, senza effettiva protezione dei suoi abitanti e sembra essere svanito líentusiasmo iniziale che ha portato alla sua creazione.”Il Santuario Pelagos, potrebbe rappresentare una vera opportunità di conoscenza e, se ben gestito, un primo esempio da seguire per la creazione di uníunica grande rete di aree marine protette che tuteli tutti i mammiferi marini del Mar Mediterraneo”. Dichiara Alberto Marco Gattoni, presidente dell’associazione Battibaleno.

Durante l’incontro verrà presentato in anteprima il nuovo “Manuale per l’osservazione e lëidentificazione dei cetacei”, con le regole di comportamento per non disturbare gli animali nel loro ambiente naturale. Il Manuale è uno strumento indispensabile per i partecipanti all’operazione Delphis, ma anche per tutti i navigatori naturalisti che, sempre più numerosi, si appassionano alla difficile arte del “whale watching”.

Concluderà l’incontro il cortometraggio “Rifrazioni”, (durata 6 minuti), realizzato con la collaborazione dal regista greco “Sieva Diamantakos” e le musiche del gruppo genovese “Port Royale”.

“Rifrazioni” ci aiuta a riflettere, attraverso il linguaggio dell’arte, sul difficile rapporto fra gli uomini e i cetacei e sull’importanza di un vero “patto con l’ambiente”.  (Continua  >>> )


 

Risultati operazione Delphis 1996-2010, commentati dai professori Lidia Orsi, Giulio Relini, Antonio Di Natale e dott. Guido Gnone

Copia di INVITO_CONF_SALONE_2010_battibaleno OPERAZIONE DELPHIS 2010

 415 imbarcazioni partecipanti, di cui 189 all’interno dell’area del santuario per i cetacei Pelagos.  243 gli individui osservati complessivamente al largo delle coste italiane, 6 le osservazioni di piccoli nei gruppi di stenelle e tursiopi. 31 le imbarcazioni i cui equipaggi hanno raccolto  bottiglie e sacchetti di plastica.   243 i cetacei osservati, di cui 6 con piccoli al seguito. 15 stenelle avvistate nel santuario Pelagos, 40 nei mari della Corsica, 40 in quelli a Nord della Sicilia. 6  delfini comuni osservati: 3 all’isola di Ischia e 3 a Nord della Sicilia. 9  tursiopi osservati nel Mar Adriatico, 10 davanti a Lazio e Campania,2 in Sardegna. 3 i grampi e 2 i globicefali avvistati  nel Mar Ligure. 6 capodogli a Nord della Sicilia e 1 in Sardegna. 3 le balenottere comuni avvistate a largo del Lazio, 2 in Sicilia. Alto il numero di osservazioni di uccelli, tartarughe, pesci luna e sono aumentate, rispetto le scorse  edizioni di Delphis, le osservazioni di Meduse, anche di grandi dimensioni.

Questi dati raccolti confermano la presenza al largo delle nostre coste di tutte le specie comuni nel Mediterraneo ma sembra negativo il trend del numero degli avvistamenti di balenottere nel Santuario dei cetacei.  La  distribuzione dei questi animali appare inoltre mutata rispetto  le passate edizioni di Delphis.  Le osservazioni di cetacei sono state effettuate in zone di mare dove non eravamo abituati agli avvistamenti, mentre nelle zone in cui si sono ripetuti gli avvistamenti in questi anni, gli avvistamenti sono stati più scarsi” commenta Alberto Marco Gattoni, skipper e presidente dell’associazione Battibaleno che dal 1997 organizza la manifestazione.

Per cercare di meglio comprendere quale potrebbe essere la reale situazione dei mammiferi marini al largo delle coste italiane e in particolare nell’area marina del Santuario per i cetacei, l’analisi dei dati raccolti  è stato affidata a due super esperti: il Prof. Giulio RELINI, Biologo Marino, Professore di Ecologia Marina all’Università di Genova, Professore  alla Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, dell’Università di Genova,  e la Prof.ssa Lidia ORSI, docente di Biologia Marina dell’Università di Genova. > Leggi tutto


L’operazione Delphis è organizzata dall’associazione Battibaleno con il Patrocinio del Parlamento Europeo, della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo, del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero degli Affari Esteri, della Camera dei Deputati, della Regione Toscana, della Regione Liguria, della Regione Siciliana, della Regione Campania, della Regione Veneto, della Città di Veneziae della Presidenza Nazionale della Lega Navale Italiana, in collaborazione con Lega Navale Italiana, Federazione Italiana Vela, Association Rimmo, il progetto Delfini Metropolitani dell’Acquario di Genova, F.I.S.P.M.E.D. onlus; Marina Genova Aeroporto; ABB.