RESOCONTO ATTIVITA’ ANNI 2001/2004

RELAZIONE SULLE ATTIVITA’ SVOLTE DALL’ASSOCIAZIONE BATTIBALENO NEL PERIODO 2001/2004

Creata nel luglio 1995 nella vocazione di migliorare le conoscenze e la percezione di balene e delfini regolarmente avvistati nel Mar Ligure, BATTIBALENO è un’organizzazione internazionale non profit per la tutela dell’ambiente mediterraneo. Il fine di BATTIBALENO è preservare l’ambiente naturale di balene e delfini  imparando a conoscere ed amare questi animali attraverso lo spirito sportivo della navigazione, nel rispetto delle sue regole, della vita di bordo e dell’ambiente.

BATTIBALENO, senza mai superare le proprie sfere di competenza ed evitando le posizioni eccessive, si leva in difesa di balene, delfini, tartarughe ed altre innumerevoli specie animali, spesso vittime dell’attività umana esercitata con violenza e arroganza.

BATTIBALENO vuole sviluppare fra marinai, diportisti e appassionati del mare un numero sempre maggiore di “navigatori naturalisti”, in grado di rappresentare in prima persona gli interessi del nostro mare.

 

GLI OBIETTIVI

L’obiettivo di BATTIBALENO è la tutela dell’ambiente mediterraneo e l’effettiva creazione di una riserva internazionale dei mammiferi marini in Mediterraneo, per trasformare l’area in zona di massima protezione per le specie di cetacei che la popolano.

I MEZZI

Per condurre a buon fine la nostra azione di preservazione, bisogna definire con maggiore precisione il numero, la distribuzione, gli spostamenti, le abitudini e la provenienza dei delfini, balene ed altri mammiferi marini che vivono in Mediterraneo, determinare le interazioni dell’inquinamento con il loro ambiente, divulgare i risultati delle nostre ricerche per sensibilizzare il grande pubblico. BATTIBALENO mobilita tutte le sue risorse per la realizzazione di questi progetti di salvaguardia ambientale, fondando ogni iniziativa sull’entusiasmo costruttivo di chi si sente coinvolto e non sulla ricerca delle responsabilità dei presunti colpevoli.

LE ATTIVITA’

BATTIBALENO partecipa attivamente all’effettiva realizzazione del “Santuario Internazionale per i Cetacei”, area di massima protezione per i mammiferi marini, istituita ufficialmente dai Governi di Italia, Francia e Principato di Monaco; – organizza corsi di educazione ambientale nelle scuole di ogni ordine e grado; – promuove un progetto di whale waching sostenibile; – organizza ogni anno, dal 1996, l’operazione Delphis, un progetto di sensibilizzazione e ricerca, la più grande mobilitazione generale di marinai e diportisti in difesa del mare; – partecipa ai principali appuntamenti internazionali che cercano di fornire strumenti concreti alla tutela ambientale; – avvia iniziative e progetti particolari per far conoscere il proprio progetto e diffondere la sensibilità verso le problematiche ecologiche, con incursioni in altri mondi, quello dell’immaginario, dell’arte, della tradizione e della modernità; – dal 2004 sviluppa una propria rete nazionale, consapevole che la tutela ambientale, data l’interdipendenza dei fenomeni, non può essere confinata in spazi regionali ma deve avere vocazione nazionale e internazionale.

BATTIBALENO – Via degli Orefici, 8 – Genova 16123 (Italy)

Tel: + 39-010 2517077 – Fax: + 39-010 2541608

e.mail: info@battibaleno.it – http\\:www.battibaleno.it

__________________________________________________________________________

CF/PI: 01810390185 – Ufficio del Registro – PV-IT – N° 87111

Repertoire Nationale Ass. FR-NI – N° 229272


 

Resoconto attività 2001-2004

1 – INTRODUZIONE

2    – OPERAZIONE DELPHIS

2.1 – Operazione Delphis 2004

2.2 – Operazione Delphis 2003
2.3 – Operazione Delphis 2002
2.4 – Operazione Delphis 2001

3    – EDUCAZIONE, FORMAZIONE e PROMOZIONE AMBIENTALE
3.1 – La “Formazione Delphis”
3.2 – 2004, i corsi di Educazione Ambientale
3.3 – 2003, i corsi di Educazione Ambientale
3.4 – 2002, i corsi di Educazione Ambientale
3.5 – 2001, i corsi di Educazione Ambientale

3.6 – “Tutti per uno il mare per tutti” – La “Velaterapia”

4    – LE SPEDIZIONI DI RICERCA IN MARE

5    – ATTIVITA’ DI WHALE WATCHING

6    – ALTRE INIZIATIVE
6.1 – 2003 / 2004 L’operazione Giona, Balena Project, Vivere il mare, Nautica per l’ambiente,
6.2 – 2001 / 2002, Progetto “Bambini e Balene”
6.3 – 2001 / 2002, Progetto “Baby registi per l’ambiente”
6.4 – 2001, Tu Mangia Bene
6.5 – 2001, “Moana”. Storia di un restauro

7    – DIVULGAZIONE
7.1 – 2003/2004 Il Manifesto del Mare

7.2 – 2002/ 2004 sito internet www.battibaleno.it
7.3 – 2004, conferenze stampa, interviste, incontri e appuntamenti
7.4 – 2003, conferenze stampa, interviste, incontri e appuntamenti
7.5- 2002, conferenze stampa, interviste, incontri e appuntamenti
7.6 – 2001 / 2002, Onde dal Mare

8    – SOSTENITORI E PATROCINATORI
8.1 – Patrocini

8.2 – Sostenitori


 

1 – INTRODUZIONE

Battibaleno, ente internazionale non profit per la tutela del Mediterraneo, svolge la propria attività in difesa dell’ambiente marino dal 1995. L’impegno attivo in mare, le attività di ricerca, divulgazione, formazione e educazione ambientale ha permesso all’Associazione di fornire apprezzati contributi alla comunità scientifica, al turismo eco-sostenibile della Regione Liguria, al mondo della scuola e al grande pubblico.

Presentiamo schematicamente le attività svolte dal 2001 al 2004 in particolare nel territorio ligure.

2 – L’OPERAZIONE DELPHIS

Dal 1997 l’Associazione Battibaleno organizza – con il patrocinio della Regione Liguria, della Regione Toscana, della Regione Sardegna, e in collaborazione con Lega Navale Italiana, Federazione Italiana Vela, U.C.I.N.A. e Acquario di Genova – l’Operazione Delphis, manifestazione nautica internazionale unica per originalità e valenza scientifica.

Operazione Delphis è la più grande mobilitazione generale di marinai e diportisti che mettono le proprie conoscenze di navigatori e i propri mezzi nautici al servizio dell’ambiente per effettuare, simultaneamente e ripartiti su coordinate di mare prestabilite, fotografie, osservazioni, test e prelevamenti. Gli equipaggi fotografano ogni esemplare delle diverse specie di cetacei incontrate in mare, compilano la scheda degli avvistamenti e svolgono il programma di osservazioni, misurazioni e prelievi.

L’insieme delle informazioni raccolte simultaneamente dai numerosi punti d’osservazione distribuiti nell’area del “Santuario dei Cetacei”, permette di ottenere ogni anno una “foto istantanea panoramica” dei mammiferi marini presenti, dello stato dell’ambiente e della sua evoluzione nel corso degli anni.

Inoltre la risonanza data alla manifestazione dai media, che evidenziano anche l’aspetto emozionale e ludico dell’andar per mare in modo consapevole, pone l’accento sulla valenza educativa e sugli effetti positivi di una sensibilizzazione dell’opinione pubblica ad un turismo eco compatibile.

2.1 – Operazione Delphis 2004 (ottava edizione)

Partecipanti : 322 imbarcazioni. (2000 persone partecipanti in mare) avvistamenti totali 33, Specie osservate 8, totale individui osservati 460.

Molte le osservazioni di fauna associata, 1 tartaruga, decine di pesci Luna

I risultati di Delphis mostrano la continua conferma di un’abbondante presenza di cetacei in questa area marina privilegiata e protetta e la presenza di neonati fa ben sperare per il suo futuro. Come ogni anno, hanno fatto parte della “flottiglia Delphis” imbarcazioni della Federazione Italiana Vela, della Lega Navale Italiana, mentre Capitaneria di Porto assicurava la sicurezza in mare dell’evento.

2.2 – Operazione Delphis 2003

Partecipanti :459 imbarcazioni . (2500 persone partecipanti in mare)

La “foto panoramica istantanea” del Santuario ha coperto visivamente una superficie di mare di circa 47.000 Kmq, circa il 50% dell’intera superficie del Santuario.

Grazie ai 73 avvistamenti effettuati Battibaleno ha raccolto preziose informazioni sui cetacei e il loro habitat ed ha lanciato l’allarme sui rischi di estinzione che riguardano il delfino Comune. I Media stampa e televisione, hanno dato ampia visibilità all’evento.

2.3- Operazione Delphis 2002

L’edizione 2002 dell’operazione Delphis, presentata in occasione del Salone Nautico di Genova ha visto la partecipazione di circa 380 imbarcazioni, per un totale di 2000 persone di equipaggio coinvolte direttamente all’azione di monitoraggio e ricerca.

Hanno fatto parte della “flottiglia Delphis” imbarcazioni della Federazione Italiana Vela, della Lega Navale Italiana, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza.

Per la prima volta dal 1997 durante l’Operazione Delphis 2002 sono stati avvistati 2 esemplari di Orca in mar Ligure.

 

Le analisi dei campioni delle acque raccolte nel corso dell’operazioni sono state eseguite dall’Université Internationale de La Mèr d’Antibes. La totalità dei dati raccolti, test, osservazioni e prelevamenti, è stata presentata alla comunità scientifica nel corso della Conferenza Internazionale sulla “Riserve Internstionale Marittime en Mediterranee occidentale”, che si tiene ad Antibes in novembre.

2.4 – Operazione Delphis 2001

La concomitanza con la riunione dei G8 a Genova ha creato qualche difficoltà organizzativa ma non ha scoraggiato i partecipanti: 3000 diportisti hanno ricevuto la “Formazione Delphis”, 500 imbarcazioni hanno navigato con Delphis 2001 e le condizioni del mare, ideali per gli avvistamenti, hanno permesso l’osservazione di tutte le specie comuni in Mediterraneo.

3 – FORMAZIONE ED EDUCAZIONE AMBIENTALE

3.1 – La “Formazione Delphis” (2000/2004)

Le 45.000 miglia percorse nelle acque del “Santuario dei Cetacei” durante le campagne di ricerca effettuate nel periodo tra il 1996 e il 2003, hanno permesso all’Associazione di raccogliere unico e prezioso materiale video fotografico. La crescita dell’interesse del pubblico verso il mondo dei cetacei e la volontà di diffondere una consapevole cultura del mare hanno spinto Battibaleno a ideare, con la collaborazione di un comitato pedagogico-scientifico, la “Formazione Delphis”, un format di educazione ambientale specialmente dedicato a questo patrimonio culturale e di vita.

I video esclusivi degli avvistamenti costituiscono il supporto del “Corso interattivo per avvistatori di mammiferi marini“ proposto da Battibaleno, modello d’educazione e promozione ambientale originale e divertente. Il video corso è rivolto a scuole, marinai e diportisti, enti, istituzioni e a tutti gli appassionati del mare con l’obiettivo di: far riconoscere i segni della presenza dei cetacei, imparare il metodo per identificare le specie incontrate, scoprire il comportamento da adottare in loro presenza e apprezzare le ricchezze di vita del Mediterraneo al fine di tutelarle.

La Formazione Delphis, presentata durante la prima Conferenza Nazionale sull’Educazione Ambientale (Genova, 2000), ha ricevuto, per la sua capacità di sviluppare conoscenze, curiosità e attenzione per le problematiche legate all’ambiente marino, il Patrocinio del Ministero dell’ Istruzione, del Ministero dei Beni Culturali ed Ambientali, della Regione Liguria, del Centro Regionale di Educazione Ambientale, della Guardia Costiera Italiana, della Lega Navale Italiana. Inoltre, Battibaleno, in collaborazione con un gruppo teatrale e alcuni logopedisti, ha elaborato anche una speciale animazione che consente di rendere accessibile la “Formazione Delphis” anche agli alunni delle scuole materne e agli studenti audiolesi. La “Formazione Delphis” è stata tradotta in tedesco, inglese, francese e spagnolo per coinvolgere alla tutela del mare anche i cittadini europei.

3.2 – 2004, i corsi di Educazione Ambientale

Nel 2004 I corsi hanno coinvolto 10.000 partecipanti tra studenti, insegnanti e famiglie.

Tra i vari corsi svolti nel corso dell’anno, ricordiamo i più significativi:

Museo MUVITA, Museo Vivo delle Tecnologie per l’Ambiente, di Arenzano – in collaborazione con Lega Navale Italiana 300 partecipanti. Numerosi corsi sono stati tenuti presso le sedi delle Leghe Navali , propedeutici all’operazione Delphis. Gli educatori ambientali formati da Battibaleno hanno svolto in rapporto diretto con le scuole, corsi in varie città italiane, coinvolgendo circa 8.000 studenti, particolarmente nelle regioni Liguria, Sardegna, Toscana, Lombardia e Piemonte, Sicilia.

3.3 – 2003, i corsi di Educazione Ambientale

Nel 2003 l’Associazione ha formato nuovi educatori che hanno svolto corsi, in rapporto diretto con le direzioni didattiche, nelle sedi di scuole materne, elementari, medie inferiori e superiori di Liguria, Piemonte e Lombardia.
I corsi hanno coinvolto 10.000 partecipanti tra studenti, insegnanti e famiglie. Tra i vari corsi svolti nel corso dell’anno, ricordiamo i più significativi:
Marzo, Fiera di Genova in occasione del Boma – 450 partecipanti di 15 scuole elementari, medie inferiori e superiori
Museo MUVITA, Museo Vivo delle Tecnologie per l’Ambiente, di Arenzano – 250 partecipanti
Giugno / Luglio, numerosi corsi tenuti presso le sedi delle Leghe Navali di Genova, Milano e Pisa

3.4 – 2002, i corsi di Educazione Ambientale

L’attività di formazione ed educazione ambientale dell’Associazione nel 2002 ha mostrato un incremento del 30% rispetto all’anno precedente, arrivando a coinvolgere un totale di circa 9.000 partecipanti grazie ai 420 corsi svolti. Complessivamente sono state raggiunte 96 scuole, 16 classi delle scuole materne, 190 classi di scuole elementari, 76 classi di scuole medie inferiori e 19 classi di istituti superiori e licei. 65 corsi si sono tenuti presso le sedi della Lega Navale Italiana e della Federazione Italiana Vela.

Fra i corsi più importanti svolti fino al 2002 ricordiamo i seguenti:

Acquario di Genova, Sala Congressi – 650 partecipanti
Porto di Andora, Tensostruttura – 350 partecipanti
Museo MUVITA, Museo Vivo delle Tecnologie per l’Ambiente, di Arenzano – 300 partecipanti circa.

Corsi quotidiani presso “La Città dei Bambini” di Genova

3.5 – 2001, i corsi di Educazione Ambientale

Numero di corsi svolti: 228
Numero totale dei partecipanti: 6470 circa
56 scuole coinvolte sul territorio nazionale, di cui 7 classi delle scuole materne, 91 classi di scuole elementari, 57 classi di scuole medie inferiori e 14 presso istituti superiori e licei, 39 corsi svolti presso le sedi della Lega Navale Italiana, Federazione Italiana Vela. Hanno partecipato allo svolgimento dei corsi: Carabinieri, Guardia di Finanza, Guardia Costiera, Capitaneria di Porto, Ministero della Pubblica Istruzione, Regione Liguria, Direzione Didattica del Provveditorato agli Studi di Genova, CREA, Comune di Andora, Comune di Savona, Comune di San Remo, Comune di Arenzano, Città dei Bambini di Genova.

Principali sedi: La Città dei Bambini di Genova – Regione Liguria per 30 classi di studenti scelte a campione delle scuole elementari – Palasport di La Spezia – Palasport di Savona – Sala Comunale di Sanremo – Sede CREA (4 incontri) – Sala Consiliare Comune di Arenzano (5 incontri) – Lega Navale Italiana (12 incontri presso loro sedi) – Salone Nautico di Genova per Regione Liguria – Ufficio Marino Costiero (2 incontri) -Scuole elementari e medie della Lombardia e della Liguria presso le loro (tot. 10 classi). Battibaleno ha svolto, per il secondo anno consecutivo corsi per studenti audiolesi con l’aiuto di logopedisti – interpreti.

3.6 – “Tutti per uno il mare per tutti” – La “Velaterapia”

Ogni anno Battibaleno s’impegna ad accompagnare in mare, nel pieno spirito sportivo della navigazione a vela, ragazzi in “età difficile”, delle comunità alloggio. Queste esperienze sono riconosciute come supporto psicologico, al fine di rafforzare il carattere dei ragazzi e migliorare l’unione del gruppo e la capacità di lavorare insieme.

Affiancato da un educatore, sotto lo sguardo attento degli skipper di Battibaleno, l’equipaggio viene impegnato in tutte le fasi della navigazione, dai turni al timone, alla corvè. L’Associazione organizza corsi di formazione specifici alla vita di bordo, della durata di 2 – 3 giorni, rivolti agli operatori che si occupano di questi ragazzi.

4 – LE SPEDIZIONI DI RICERCA IN MARE

Dal 1995 Battibaleno conduce una campagna di monitoraggio del Mediterraneo occidentale, secondo il metodo del “transect lineaire” e della “foto-identificazione” per valutare l’importanza e l’evoluzione negli anni della popolazione di mammiferi marini, migliorarne le conoscenze in termini di distribuzione, comportamento, abitudini, spostamenti e cercare di approfondire, navigando, altri aspetti ancora misteriosi della vita di questi animali.

A tale scopo utilizza una barca a vela particolarmente attrezzata per il monitoraggio dei cetacei.
Dal 1995 al 2004 Battibaleno ha registrato e messo in evidenza un’ abbondante presenza di diverse specie di cetacei, ed acquisito preziose immagini video-fotografiche, realizzato il primo documentario marino sulla Balaenoptera Phisalus ed elaborato preziose informazioni d’interesse scientifico sull’attività dei cetacei, la loro distribuzione, il comportamento in rapporto alle imbarcazioni.

Nell’agosto 2004, Battibaleno si è levata in difesa dell’ambiente marino della Liguria e del turismo, quando, durante una spedizione in mare, ha dato l’allarme ecologico segnalando la presenza di una grande quantità di catrame e idrocarburi che, a causa del vento di Scirocco, si avvicinava alla costa Ligure, permettendo l’intervento tempestivo delle autorità di polizia preposte che scongiuravano il peggio, e riaprendo la “annosa” questione del lavaggio delle cisterne delle navi in mare.

5 – ATTIVITA’ DI WHALE WATCHING A BASSO IMPATTO AMBIENTALE. (1995/2004)

Battibaleno scoraggia qualsiasi forma di turismo superficiale ed invadente e promuove un turismo ecologico, che si muove in armonia con l’ecosistema, favorendo, fra l’altro, uno sviluppo economico turistico durevole e consapevole.

Lo studio da noi effettuato sul comportamento e sulle attività dei cetacei in relazione alle imbarcazioni di passaggio nelle acque del Santuario – divulgato tra gli operatori del whale watching – rappresenta un passo importante per lo sviluppo di una forma eco-sostenibile di whale watching che tenga conto delle reazioni dei cetacei al disturbo prodotto dalle imbarcazioni.

Proprio in ragione di tali considerazioni Battibaleno propone un particolare progetto di whale watching eco-compatibile, rigorosamente a vela, formativo e a scopo di ricerca, con l’obiettivo di coniugare il crescente interesse del pubblico verso questo tipo di esperienza con le necessità di tutela di un ambiente già sottoposto a forti pressioni a causa delle intense attività economiche di cui è risorsa fondamentale.

6 – ALTRE INIZIATIVE

6.1 – 2003 / 2004 : “OPERAZIONE GIONA”, “BALENA PROJECT”, “IL MARE PER AMICO”, “NAUTICA PER L’AMBIENTE”

“OPERAZIONE GIONA”. Cosa ci metti nella Balena?” Ë un concorso nazionale di disegno dedicato alle scuole materne, elementari e medie. Propone ai giovani studenti una tematica che offre grandi spunti per la creatività, la balena e il mare, simboli fondamentali dell’immaginario collettivo e vuole cosÏ aiutare a comprenderne desideri, attese e bisogni.

I disegni ricevuti da Battibaleno si trasformeranno una volta analizzati in una particolare installazione d’arte.

L’Operazione Giona ha ottenuto il Patrocinio del Ministero dell’Istruzione e della Ricerca Universitaria e del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

“BALENA PROJECT”: dal 2004, una Balenottera comune di 23 metri in tessuto di lana grigia melangiata e cucita a mano viaggia in giro per l’Italia, e sono previste tappe in alcuni altri paesi che l’ospiteranno. Balena project” origina dall’interesse per la natura, da un’idea di natura in cui rientrano preoccupazioni ecologiche e ampie riflessioni sociali e politiche che l’artista Claudia Losi di Battibaleno trasfonde un oggetto unico e straordinario. Il progetto Balena nasce nell’ambito dell’arte contemporanea ma, nello stesso tempo, contribuisce alla riflessione sulla tutela dell’ambiente. La Balena di “Balena Project” sarà esposta in musei, in riva al mare, accanto a un ghiacciaio, in una piazza storica o in un quartiere di periferia, nel cortile di una scuola…

  • Milano 5 febbraio 2004 –Galleria Via Farini “Una Balena di 23 metri si aggira in città” (presentazione)
  • Milano 15 aprile 2004 Giardini pubblici di Porta Venezia “Lettura da un diario di bordo” (scuole e passanti coinvolti sotto un tendone da circo)
  • Torino 29 giugno 2004 “BALENA DI FIUME” (La balena scende dal Po’ e sbarca ai Murazzi – performance e animazioni)
  • Lerici, 11 settembre 2004 “Balena in piazza” (la balena incontra i bambini delle scuole della Liguria)

“UN MARE PER AMICO” : Battibaleno collabora attivamente alla campagna di sensibilizzazione del Ministero per l’Ambiente e della Difesa del Territorio. Il 25 ottobre 2004 a Levanto. La campagna – destinata agli alunni e agli insegnanti delle 11.000 Scuole Elementari nazionali – è stata promossa dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio attraverso la Direzione per la Conservazione della Natura e la Direzione per la Difesa del Mare. Il Concorso “Il Mare per Amico” (realizzazione di temi illustrati con disegni e immagini fotografiche con argomento la presentazione e/o la storia di un’Area Marina Protetta) è stato organizzato durante l’anno scolastico 2002 – 2003 nell’ambito della campagna ministeriale.

“ NAUTICA PER L’AMBIENTE”: in collaborazione con Ministero per l’Ambiente, Ministero dell’Istruzione, Acquario di Genova, Università di Genova, l’Associazione Battibaleno, partecipa al gruppo di lavoro del progetto, coordinato dall’Acquario di Genova, per la sensibilizzazione del grande pubblico alle tematiche della tutela del mare avvicinandolo alla nautica da diporto, e divulgare i principi per un comportamento in mare rispettoso e cosciente.

La distribuzione di materiale didattico prodotto, destinato particolarmente alle scuole e alle famiglie, avverrà grazie l’Acquario di Genova che, con più di un milione di visitatori l’anno, rappresenta una grande cassa di risonanza del progetto. Sostengono il progetto: Bluwest, Confturismo, CoNISMa, Corpo Forestale dello Stato, CVSM, Fondazione Cetacea, Guardia Costiera, Guardia di Finanza,  ISMAR, RAMOGE, Società Nazionale Salvamento, Yacht Club Italiano.

6.2 – 2001 / 2002, Progetto “Bambini e Balene”

Una lunga collaborazione ha permesso all’Associazione di tenere i propri corsi interattivi per avvistatori di mammiferi marini nel Mediterraneo occidentale presso la “Città dei Bambini” di Genova. Ogni giorno i filmati esclusivi raccolti da Battibaleno hanno appassionato centinaia di giovani e giovanissimi delle scuole italiane.

6.3 – 2001 / 2002, Progetto “Baby registi per l’ambiente”

Battibaleno, su richiesta del Ministero delle Politiche Agricole e in collaborazione con “Vivere il Mare”, ha organizzato in Liguria il concorso “Un video per l’ambiente”. Gli studenti delle scuole medie inferiori, “Baby registi per l’ambiente”, hanno prodotto, con l’aiuto dei loro insegnanti, numerosi cortometraggi sul tema della tutela ambientale.

6.4 – 2001, Tu Mangia Bene

Battibaleno presenta “T.M.B. Tu Mangia Bene”, concorso per le scuole medie promosso dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali per combattere il fenomeno crescente dell’obesità giovanile. Gli studenti hanno realizzato numerose opere (disegni, temi e video) sull’importanza di una corretta alimentazione.

6.5 – 2001, “Moana”. Storia di un restauro

Inizia nel 2001 il progetto di recupero di “Moana”, storico “Cotre breton” del 1920, semi affondato nel porto di Nizza. La volontà, le competenze tecniche e le braccia dei membri di Battibaleno riporteranno agli antichi splendori l’imbarcazione che ha al suo attivo tre giri del mondo e la prima spedizione cine – fotografica marina intorno al mondo avvenuta nel quadriennio 1954/58. Moana (che in lingua Moaris significa “immensità blù degli oceani”) splendido esempio di tradizione e di cultura marinara, dopo il restauro riprenderà il mare e parteciperà agli eventi nautici, raduni e regate nell’area del Santuario, occasioni per sensibilizzare il grande pubblico e i diportisti sull’importanza di un immediata azione di protezione in favore del mare, con il supporto di una mostra fotografica itinerante della spedizione Moana del 1954. L’inizio dei lavori di restauro di questa imbarcazione storica è stato seguito con notevole interesse dai media televisivi francesi.

7 – DIVULGAZIONE

7.1 – 2003/2004 – Il Manifesto del Mare, il Premio AMIU, Azienda Multiservizi e d’Igiene Urbana.

In occasione dell’Operazione Delphis Battibaleno diffonde il Manifesto del Mare dichiarazione di impegno di molte aziende sensibili all’ambiente marino. Il progetto grafico del Manifesto del Mare, (giunto alla terza edizione di stampa) è pensato per riservare spazio ed offrire visibilità ai loghi di aziende, enti ed istituzioni che ne condividono i contenuti e che sostengono concretamente la tutela del Mediterraneo.

L’affissione dei Manifesti è prevista nel mese di maggio(fine) e la visibilità prosegue nei luoghi di affissione nei mesi di giugno luglio agosto e settembre. il manifesto èpresentato inoltre ai media in conferenze stampa

in occasione del lancio della nona edizione dell’Operazione Delphis, in collaborazione con Aziende di promozione turistica, sedi di Lega Navale Italiana, Federazione Italiana Vela, Ucina, Acquario Genova

Partecipazione al Progetto ecologico e di educazione civica “Te la do io la paletta…” organizzato da AMIU. Inserito nel programma scuole 2004/05 è un concorso di disegno riservato alle scuole elementari di Genova, Cogoleto, Rapallo e Recco. Il percorso di Educazione ambientale “Alla ricerca dei delfini” di Battibaleno è il primo premio per i vincitori.

7.2 – 2002/2004- www.battibaleno.it

L’Associazione è entrata in rete con l’obiettivo di divulgare le conoscenze acquisite in anni di navigazione, approfondire le tematiche legate al rispetto del mare e dell’ambiente, farsi portavoce della necessità di tutelare attivamente il Mediterraneo ed in particolare l’area del “Santuario dei Cetacei”. Il sito, centro di raccolta degli avvistamenti di cetacei, si rivolge a marinai, diportisti, scuole, famiglie, amanti del mare e dei cetacei, persone interessate all’educazione ambientale. Il web ha permesso all’Associazione una migliore gestione e conoscenza dei propri contatti, ne ha facilitato e potenziato l’attività.

Il sito internet dell’Associazione è stato visitato nel periodo 2001 / 2004, da 40.000 visitatori circa.

7.3 – 2003/2004, conferenze stampa, incontri e appuntamenti

Genova, luglio 2004,Acquario di Genova: tradizionale presentazione ai Media dell’operazione Delphis 2004, Genova, 20-21 settembre 2004 (Conferenza del Turismo Italiano) Il Santuario dei Cetacei come occasione di tutela e di sviluppo economico Battibaleno partecipa ed è relatore alla conferenza. Genova, 5/9 luglio 2004 – Ottava Conferenza Nazionale delle Agenzie Ambientali, Partecipazione al Convegno Internazionale sull’Ambiente Marino e Costiero nell’Area Euro Mediterranea. L’evento – inserito nel programma ufficiale di Genova 2004 Capitale Europea della Cultura, Ottobre, Salone Nautico di Genova, conferenza stampa “Operazione Delphis, l’emozione di proteggere il mare” Journèes Nationales PELAGOS, Hyères-les-Palmiers,

7-8 Maggio 2004 Conferenza RIMMO, reserve internationale marittime en mediterranee occidentale: novembre Antibes, Francia: 1997,98,99, 2000, 2001, 2002, 2003, 2004. Maggio, partecipazione al Meeting Intergovernativo Programma Ambiente delle Nazioni Unite a San Gemini;

Ottobre, Salone Nautico di Genova, conferenza stampa “Navigare, Conoscere, Amare”, per la presentazione dei risultati dell’Operazione Delphis. Ottobre, partecipazione all’evento “Un mare per Amico”, organizzato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio a Levanto; Novembre, partecipazione alla conferenza delle parti contraenti della Convenzione di Barcellona a Catania; Novembre, partecipazione al colloquio internazionale sull’ambiente mediterraneo “Assises Jeunes et Mediteranee” di Nizza. Novembre, European cetacean society, las palmas di Gran Canaria, Spagna, marzo 2003 Convegno Nazionale delle Scienze del Mare -CONISMA-, Genova.

7.4 – 2002, conferenze stampa, incontri e appuntamenti

Febbraio – Acquario di Genova, Sala Nautilus: conferenza stampa “Baby registi per l’ambiente”. Giugno – Area Expo, Città dei Bambini di Genova: conferenza stampa “Tutti per uno il mare per tutti”. Luglio – Acquario di Genova, Sala Nautilus : conferenza stampa “Delphis 2002. diportisti per l’ambiente” Ottobre – Salone Nautico Internazionale di Genova: conferenza stampa presso lo stand della Regione Liguria per presentare i risultati dell’Operazione Delphis 2002 e rilanciare l’impegno di diportisti e marinai a difesa del mare. Presso il Teatro del Mare l’Associazione ha svolto la “Formazione Delphis”. 1.a Assise “Jeune et MediterranÈe “- 2002 Nice – Novembre – Incontro presso Libreria del Mare di via Broletto, Milano. Novembre,  Partecipazione alla conferenza R.I.M.M.O. presso il Palazzo dei Congressi a Juan le Pins. Novembre incontro presso Libreria del Mare di via Broletto, Milano.

7.5 – 2001, Conferenze stampa, incontri e appuntamenti

Acquario di Genova, lancio dell’Operazione Delphis 2001. Salone Nautico Internazionale di Genova, conferenza: “l’impegno dei marinai e diportisti in tutela dell’ambiente”. Presentazione del progetto T.M.B. Tu Mangia Bene – concorso per le scuole medie promosso dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. Libreria del Mare di Milano, conferenza Delphis 2001 e svolgimento corso per avvistatori. Novembre, Partecipazione alla conferenza R.I.M.M.O. presso il Palazzo dei Congressi a Juan le Pins 15th European Cetacean Society Annual Conference, 6-10 May 2001, Roma; 29th Annual Symposium of the European Association of Aquatic Mammals, Genova, Marzo 2001.

7.6 – 2001 / 2002, Onde dal Mare

In collaborazione con Ministero dell’Ambiente, Regione Liguria, Guardia Costiera, WWF, Saclant-NATO, Acquario di Genova, è stato realizzato il progetto “Onde dal mare”, una particolare postazione interattiva, situata nella Sala Mediterranea dell’Acquario, che ha mostrato al pubblico e messo a disposizione dei numerosi visitatori della struttura, i dati sugli avvistamenti di cetacei realizzati da Battibaleno e dalle flottiglia dell’Operazione Delphis.

8 – SOSTENITORI E PATROCINATORI

8.1 – Patrocini

Le attività di educazione ambientale promosse da Battibaleno sono state patrocinate da:

Ministero dell’ Istruzione, Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, Guardia Costiera Italiana, Ministero dell’ ambiente, Regione Liguria, Provincia e Comune di Genova, Regione Toscana, Comune di Torino, C.R.E.A. Liguria, Lega Navale Italiana, Federazione Italiana Vela, C.O.N.I.

8.2 – Sostenitori

Hanno sostenuto le attività dell’associazione Battibaleno le seguenti Aziende Sponsor:

Marineland (1996 – 2003), Acquario di Genova (1997 – 2003), Marina Molo Vecchio (1997 – 2000), W.W.F. (1998 e 1999), Leo Pizzo (1998 – 2000), Elektro System (1998 – 1999), RAS (main sponsor 1999 – 2004), Velerie Hood (2000), Eurovinil (2000 – 2004), Cantieri Nautici Lavagna (2003) Corona (2003), TTM, Tecnologie Trasporti mare (2003 – 2004) Evinrude (2003 – 2004), ABB (2003 – 2004), Delphis informatica (2005).

Alberto Marco Gattoni

Presidente Associazione Battibaleno